Differenza tra perle di acqua dolce e salata

Differenza tra perle di acqua dolce e salata, andiamo alla scoperta delle peculiarità di queste due tipologie di gemme molto caratteristiche per la loro particolarità e bellezza.

Formazione delle Perle

La differenza tra le perle di acqua dolce e salata sta nel modo in cui si formano. Le perle d’acqua dolce crescono all’interno del tessuto muscolare chiamato mantello di varie specie di molluschi che vivono in fiumi, laghi e stagni.

Queste molluschi producono più perle contemporaneamente, il che spesso si traduce in forme barocche e dimensioni variabili.

D’altra parte, le perle di acqua salata si sviluppano all’interno delle ostriche che risiedono in ambienti oceanici. Richiedono l’intervento di coltivatori umani che inseriscono un nucleo insieme a un piccolo pezzo di tessuto del mantello nell’ostrica ospite. Questa tecnica porta a perle più rotonde, lisce e di qualità superiore rispetto alle loro controparti d’acqua dolce.

Qualità delle Perle

Come accennato in precedenza, le perle di acqua salata presentano in genere una qualità migliore rispetto alle perle d’acqua dolce a causa del loro processo di crescita coltivata.

La presenza di un nucleo di perle fornisce una forma uniforme e una superficie liscia, rendendole molto ricercate per i classici fili di perle e i design di gioielli di fascia alta.

Tuttavia, i progressi nelle tecniche di coltivazione negli ultimi anni hanno portato a un miglioramento della qualità delle perle d’acqua dolce, con conseguente forme più arrotondate e meno imperfezioni. Tuttavia, le perle di acqua salata generalmente mantengono ancora il sopravvento quando si tratta di lucentezza complessiva e aspetto premium.

Forma e dimensione delle Perle

Tradizionalmente, le perle di acqua salata sono note per essere perfettamente rotonde e simmetriche, mentre le perle d’acqua dolce tendono a mostrare forme più organiche e a forma libera.

Come notato in precedenza, questa discrepanza nasce dal fatto che le perle d’acqua dolce crescono senza che vengano inseriti corpi estranei durante il processo di coltivazione.

Le recenti innovazioni nei metodi di produzione delle perle d’acqua dolce consentono ora agli agricoltori di creare perle quasi rotonde e persino rotonde, anche se potrebbero non raggiungere lo stesso livello di perfezione riscontrato nelle alternative di acqua salata.

In termini di dimensioni, sia le perle d’acqua dolce che quelle salate variano notevolmente a seconda del tipo di mollusco utilizzato e della durata del processo di coltivazione. In generale, le

perle d’acqua dolce tendono ad essere più piccole, misurando da 2 mm a 16 mm di diametro. Nel frattempo, le perle di acqua salata di solito rientrano nella gamma da 6 mm a 14 mm, con esemplari più grandi occasionalmente disponibili per coloro che sono disposti a pagare un prezzo premium.

Prezzo delle Perle

Una delle più significative differenze tra le perle di acqua dolce e salata riguarda il prezzo.

A causa della loro abbondanza, facilità di coltivazione e forme varie, le perle d’acqua dolce sono molto più convenienti rispetto alle perle di acqua salata.

Inoltre, poiché le perle d’acqua dolce non contengono un nucleo, il loro valore tende ad essere inferiore nonostante i miglioramenti della qualità.

Le perle di acqua salata rimangono un oggetto di lusso riservato a collezionisti, investitori o individui alla ricerca di cimeli di famiglia realizzati con materiali preziosi.

Scegli il tuo gioiello di perle perfetto

Ora che hai compreso le differenze fondamentali tra le perle d’acqua dolce e quelle d’acqua salata, considera quali aspetti contano di più quando selezioni i tuoi gioielli di perle ideali.

Se ti piacciono la convenienza e le forme uniche, allora le perle d’acqua dolce potrebbero essere la scelta migliore. In alternativa, se desideri perle classiche e rotonde con una lucentezza eccezionale, le varietà di acqua salata probabilmente soddisferanno le tue preferenze.

In definitiva, lascia che il gusto personale e i vincoli di budget guidino la tua decisione in modo che tu possa goderti bellissimi gioielli di perle che portino gioia per gli anni a venire.

Domande frequenti sulle perle d’acqua dolce e salate

Che tipo di perla è considerata più preziosa?
Generalmente, le perle di acqua salata sono considerate più preziose per la loro qualità superiore e la classica forma rotonda.

Le perle d’acqua dolce sono meno durevoli delle perle d’acqua salata?
Non necessariamente. Sebbene le perle di acqua salata possano avere uno strato esterno leggermente più duro, entrambi i tipi condividono livelli di durabilità simili a condizione che ricevano cura e manutenzione adeguate.

Riesci a distinguere le perle d’acqua dolce da quelle d’acqua salata semplicemente guardandole?
Può essere difficile per un occhio inesperto distinguere tra perle d’acqua dolce e salata basandosi esclusivamente sull’ispezione visiva. Spesso è necessaria la valutazione di un esperto per determinare se una perla è d’acqua dolce o salata.

Le perle d’acqua dolce perdono la loro brillantezza più velocemente delle perle d’acqua salata?
Sia le perle d’acqua dolce che quelle salate possono mantenere la loro lucentezza con un’adeguata cura e routine di pulizia. La mancanza di una corretta manutenzione, tuttavia, potrebbe portare a opacità in entrambe le varietà.

Come devo pulire le mie perle d’acqua dolce o salata?
Per pulire le perle in modo sicuro, usa un sapone neutro diluito in acqua tiepida e asciugale delicatamente con un panno morbido prima di lasciarle asciugare completamente all’aria. Evitare di esporre le perle a sostanze chimiche aggressive o periodi prolungati sotto la luce solare
diretta. Controllare regolarmente la presenza di segni di usura o danni può aiutare a prolungare la durata dei tuoi amati gioielli di perle. Leggi L’articolo su come pulire le perle


Esplorariamo le caratteristiche distintive per capire la differenza tra perle i acqua dolce e le perle d’acqua salata
Tra i gioielli più amati dalle donne troviamo certamente quelli caratterizzati dalla presenza di una perla, elemento in grado di amplificare la bellezza dell’ornamento che viene indossato. Si tratta di un prodotto che si abbina perfettamente a collane, anelli, bracciali ed orecchini, ideale per realizzare una meravigliosa parure da sfoggiare con classe ed eleganza.

Naturalmente esistono diverse tipologie di perle, ad esempio le scaramazze, più volte trattate in questo blog grazie alla forma particolarmente distintiva e peculiare, molto apprezzate dai miei clienti. Allo stesso modo in molti, stuzzicati dalle mie creazioni, pongono alcune domande a riguardo, ad esempio su quale sia la differenza tra perle d’acqua dolce e salata.

A tal proposito ne approfitto per illustrare le caratteristiche di queste due categorie di gemme in modo tale da far conoscere alcuni aspetti interessanti a riguardo.

Differenza tra perle di acqua dolce e salata

Sono diversi gli elementi che delineano la differenza tra perle di acqua dolce e salata:

  • Origine
  • Forma
  • Lucentezza
  • Prezzo

Partiamo dalle prime. Le perle di acqua dolce (tra queste troviamo le già citate perle scaramazze) vengono prodotte prevalentemente in Cina, con la coltivazione che avviene presso laghi e fiumi (aspetto che si intuisce facilmente dal termine adottato). In questi contesti a dar vita a questo prodotti naturali sono soprattutto le cozze. Presentano una forma irregolare ed una lucentezza meno appariscente rispetto alla controparte salata. Ciò influisce notevolmente sul prezzo, di gran lunga inferiore.

Le perle d’acqua salata invece sono lavorate prevalentemente in Oceania e nell’arcipelago giapponese, originate tramite l’azione delle ostriche presenti nei mari e negli oceani circostanti. La loro conformazione è lineare, contraddistinta da una sfericità pressoché perfetta, con in più una luminosità abbastanza accesa. Di conseguenza il loro valore in commercio risulta abbastanza elevato, anche di quattro volte superiore rispetto a quelle ad acqua dolce. Un esempio rilevante è quello relativo alle perle giapponesi Akoya, il cui prezzo può superare abbondantemente le migliaia di euro.

Meglio perle di acqua dolce o perle d’acqua salata?

Differenza tra perle di acqua dolce e salata

Abbiamo visto le differenze tra perle di acqua dolce e salata. Una domanda che i miei clienti hanno posto in massa, incuriositi dai prodotti che utilizzo e soprattutto dalle metodologie di lavoro messe in atto nel processo di creazione dei miei gioielli.

Ogni aspetto viene curato nei minimi dettagli, dalla selezione delle perle, ai materiali (ad esempio l’argento 9.25) fino all’incastonatura. In merito a quest’ultimo aspetto mi avvalgo della collaborazione di un orafo professionista, grazie al quale riesco a proporre ornamenti di alta qualità.

La capacità e la serietà nel lavoro ritengo sia basata anche nella scelta dei collaboratori, così da assicurare un risultato quanto più vicino alla perfezione.

Tornando al tema in essere in questo articolo, ossia la differenza tra perle di acqua dolce e salata, dare una risposta definitiva al quesito è pressoché impossibile.

Le perle d’acqua salata sono più pregiate, ma quelle dolci presentano allo stesso tempo una bellezza e un interesse di pari livello. Il loro apprezzamento deriva soprattutto dall’idea di raffinatezza ed eleganza che riescono a trasmettere senza sfociare nell’appariscenza fine a se stessa.

Il fatto di non avere una forma perfettamente sferica è difatti un punto a favore in merito alla personalità del gioiello in se. Senza dimenticare che un’eccessiva brillantezza non sempre è apprezzata da chi indossa questi gioielli.

Silvana Mannucci

Lascia un commento

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00